CHE COS'E' IL CAFFE' DECAFFEINATO 

 

Nel 1820 fu il chimico tedesco Friedlieb Ferdinand Runge a scoprire l'esistenza di un processo di decaffeinizzazione

 

Nei primi del '900 invece, fu il mercante tedesco di caffé Ludwig Roselius figlio di un assaggiatore di caffé il primo a mettere a punto la decaffeinizzazione con un primo esperimento di estrazione per conto dell'azienda di cui poi divenne titolare, la Kaffee-Handels-Aktien-Gesellschaft , iniziando a commercializzarlo infatti pochi anni dopo come caffé Hag, uno tra i piu celebri e noti marchi di caffé apprezzati al mondo. 

 

Come dice la parola stessa, il caffé decaffeinato é un tipo di qualità di caffé trattato poiché viene privato quasi totalmente della caffeina solubile [fino al 98%], perché rispetto alla qualità robusta (2-4%) e la qualità arabica (1,2-1,5 %) non può contenere un valore superiore allo 0.1 % di caffeina, che corrisponde a < 5 mg per una tazzina di caffè. 

 

Per estrarre la caffeina dalla drupa verde - ovvero il chicco di caffé ancora allo stadio crudo e cioé che non é ancora stato torrefatto - il caffé deve affrontare un processo industriale detto di "decaffeinizzazione" considerato molto laborioso perché oltre ad essere di lunga durata, si articola in 6 fasi: 

 

  • gonfiaggio
  • estrazione
  • recupero del solvente 
  • asciugatura 
  • confezionamento 
  • analisi 

 

durante le quali vengono impiegati dei solventi sintetici (autorizzati dall'attuale normativa europea vigente) per la separazione dei chicchi di caffé dalla caffeina in essi contenuta: l'anidride carbonica supercritica oggi rimane tra i metodi estrattivi largamente piu' utilizzati, insieme all'acetato di etile [un solvente selettivo di origine naturale che si trova nella frutta e nelle bevande alcoliche] e l'acqua

 


IL CAFFE' DECAFFEINATO BRAZILCAFE' 

 

Una grande novità che contraddistingue la produzione della nostra torrefazione siciliana. 

 

Grazie al metodo di estrazione all'acetato di etile, siamo riusciti a creare una qualità di caffé decaffeinato fedele perché conserva nel gusto del nostro espresso tradizionale, il sapore autentico della miscela unica di qualità robusta e arabica, dal 1973 simbolo della nostra produzione. 

 

Il nostro caffé decaffeinato é inoltre impreziosito da una cremosità avvolgente, tutta da gustare. 

 

DECAFFEINIZZAZIONE: IL METODO ACETATO DI ETILE

 

Tra i sistemi di decaffeinizzazione piu impiegati nell'industria caffeicola, abbiamo scelto il terzo metodo di decaffeinizzazione, chiamato anche acetato di etile

 

Durante questo processo, il caffé allo stadio crudo subisce un trattamento al vapore necessario per essere decaffeininizzato in appositi estrattori a colonna con l'ausilio dell'acetato di etile, una sostanza chimica volatile, cosiddetta perché al momento della decaffeinizzazione e a tostatura avvenuta (+ 200°) non lascia traccia nel caffé di eventuali residui.