La caffeina e gli antiossidanti presenti nel caffè costituiscono un rimedio efficace per combattere la cellulite.

Essendo uno stimolante, infatti, la caffeina favorisce la micro-circolazione e riduce la ritenzione idrica, fattori che contribuiscono a contrastare la pelle a buccia d’arancia. Inoltre gli antiossidanti di cui è ricco il caffè concorrono allo smaltimento delle scorie e ad ottenere così una pelle più tonica e luminosa.







Ma come agisce la caffeina sulla cellulite? 



Aumenta il metabolismo e riduce l’effetto “a buccia d’arancia”
Questa pianta tropicale sempreverde è una grande amica della linea: contiene più di 1500 sostanze (circa 800 volatili e 700 solubili), tra cui un principio attivo anticellulite speciale: proprio la caffeina!





In creme, gel abbinati a massaggi e trattamenti adeguati, la caffeina è molto efficace sulla cellulite. 

Oltre a essere un ottimo drenante, e utile a rimuovere i liquidi stagnanti, stimolare il metabolismo dei grassi facilitando la smobilitazione dei depositi che formano il tessuto adiposo localizzato e prevenendone nuove formazioni.




Alcuni test sull’efficacia di soluzioni contenenti caffeina, hanno riscontrato nelle donne sottoposte al trattamento un significativo miglioramento dell’aspetto della “pelle a buccia d’arancia”.  Ma la caffeina ha anche un potere antiossidante che preserva la pelle dai danni legati all'esposizione ai raggi solari, responsabili della perdita di tono ed elasticità.




Come bevanda, il caffè con un consumo di massimo 2-3 tazzine al giorno preferibilmente di qualità arabica, innalza il metabolismo e favorisce la dispersione dell’energia introdotta tramite i cibi, così da non trasformarsi in depositi di grasso. Ma per sciogliere gli accumuli più ostinati e i noduli che caratterizzano la cellulite è meglio affidarsi ai semi di caffè verde (non torrefatto) perché ricchi di acido clorogenico, una potente sostanza  brucia grassi. In commercio puoi trovare una particolare miscela di grani di caffè verde arabica macinati non torrefatti che favorisce l’aumento del metabolismo e lo smaltimento di massa grassa.



Fai così: per usufruire di queste proprietà, ma anche per iniziare la giornata con tutta l’energia e la vitalità di cui in questo mese hai bisogno, per 3-4 settimane puoi sostituire la miscela del tuo caffè della mattina con quella di caffè verde.





 








Come agisce la caffeina sulla cellulite?

La caffeina influenza alcuni processi biochimici del metabolismo cellulare.

Per sbarazzarsi della cellulite infatti è necessario stimolare la lipolisi, ovvero la rottura delle molecole di grasso,  un compito che la caffeina è in grado di adempiere efficacemente.














Il caffè da solo non basta

Per quanto possa contribuire a ridurre la pelle a buccia d’arancia, il caffè da solo non basta per combattere la cellulite.

Una dieta a base di cereali, frutta e verdura, la pratica di un’attività fisica costante e l’esecuzione di massaggi ed esercizi mirati, sono il prerequisito essenziale per avere muscoli tonici ed ottenere una pelle dall’aspetto uniforme.