Un buon liquore al caffè fatto in casa è la conclusione ideale di un pranzo o cena in famiglia. E’ anche un’ottima idea da offrire a parenti e amici in occasione del Natale che si avvicina. In particolare, il liquore al caffè è uno dei più apprezzati dagli italiani per il gusto e l’aroma intensi, perfetto anche come digestivo.




Con l’arrivo delle feste le serate tra amici e paranti aumentano e si sa che si ha sempre voglia di stupire i propri ospiti.
Ecco perché vogliamo consigliarvi una guida pratica con la ricetta passo-passo per realizzare in poche mosse un liquore artigianale a regola d’arte da servire a conclusione di un pranzo o cena.

Oltre gli ingredienti di base possiamo aggiungere aromi e spezie a seconda dei gusti: un baccello di vaniglia o una fiala di vaniglia, dell’anice, della cannella, delle scorzette di limone e perfino un po’ di cioccolato fondente che conferisce più cremosità e gusto al liquore.


INGREDIENTI:


- 450 g Caffè della moka o espresso

- 450 g Zucchero

- 250 g Alcol puro



PROCEDURA:


Per iniziate preparare il caffè con la moka (o se preferite con la macchina per il caffè) che verserete poi in un tegame dai bordi alti; aggiungete lo zucchero e accendete il fuoco molto basso per farlo sciogliere, mescolare con una spatola o con un cucchiaio di legno.


Quando lo zucchero si sarà sciolto del tutto, versate il composto in una ciotolina e lasciatelo raffreddare.
Appena sarà freddo, potete aggiungere l’alcol mescolando con accuratezza. Appena sarà tutto omogeneo distribuite il liquore al caffè in bottiglie di vetro nuove o comunque ben lavate, perfettamente pulite e asciugate (una volta lavate è consigliabile farle asciugare capovolte su un canovaccio pulito).


Avvitate il tappo e chiudete bene le bottiglie, in modo tale che non entri aria. Lasciate riposare il liquore al caffè nelle bottiglie almeno 2 settimane prima di consumarlo. Se conservato bene il liquore può durare fino a 90 gg, sempre se i vostri ospiti vi danno il tempo di conservarlo.