Vi sembrerà strano sapere che le quattro miscele di caffé oggi piu servite nei bar di tutto il mondo (robusta o canephora, arabica, liberica, excelsa) dipendono dal tempo di maturazione dei semi contenuti all'interno della drupa: il tipico frutto della pianta di caffé, Coffea arabica in latino.  


Essendo una pianta da frutto, oltre a dover attraversare tre fasi di maturazione (che durano dai 6 ai 12 mesi in base alla varietà di caffé) in base alla specie di Coffea scelta, i boccioli e fiori della drupa possiedono un tempo di fecondazione che si esaurisce in pochi giorni, contrariamente a quelli di germinazione che oscillano tra i 4 e i 5 anni.  


La drupa determina la qualità di caffé che verrà ottenuta durante la macinazione. 

 

 


CHE COS'E' LA  DRUPA: COME SI PRESENTA, COLTIVAZIONE E MATURAZIONE  


La drupa é un frutto carnoso di forma ovoidale per la miscela arabica e tonda per quella robusta, simile a quello di una bacca o anche piccola ciliegia: esternamente rivestita da una buccia liscia, internamente contiene due semi ricoperti esternamente da una pellicola dura che prende il nome di pergamino e una sottile, la membrana argentea che custodisce il chicco di caffé tecnicamente detto anche drupa verde


Nel primo stadio quando germoglia é di colore verde, a metà maturazione invece assume un colore giallo (nel caso della qualità Bourbon, diffusa in Brasile) e infine, raggiunta la sua completa maturazione cambia colore, diventando di colore rosso scuro.  


Infatti nella tradizione araba "qahwa", il termine "caffé" veniva utilizzato per indicare una bevanda di colore rosso scuro che veniva somministrata con finalità curative. 


 Il processo di maturazione della drupa cambia in base all'adattabilità del terreno, al tipo di clima - poiché l'albero di caffé é una pianta delicata che può essere coltivata solo in presenza di pioggia ma soprattutto tra i 17° e i 23° (o comunque a una temperatura media di 20°) - e alla specie di Coffea da cui proviene da cui deriva la miscela di caffé che s'intende produrre.